OnlyFans e l’intelligenza artificiale: sarà la rivoluzione per il settore pornografico?

L’intelligenza artificiale continua ad approdare nei settori più disparati: anche su OnlyFans crescono i contenuti creati ad hoc con artifici virtuali.

onlyfans ed intelligenza artificiale

Rivoluzione digitale: l’intelligenza artificiale sbarca su OnlyFans

Le diverse generazioni hanno sempre avuto l’arduo compito di tramandare il racconto di ciò che è stato, rispetto al nuovo che avanza. Un tempo si raccontava di quando per le città la viabilità era scandita da animali da rimorchio, tra qualche decennio saranno i millennials ad avere l’onere di spiegare ai propri nipoti la genesi dell’intelligenza artificiale e di come nel giro di pochi anni abbia divorato – in accezione positiva – diversi ambiti della società. Era prevedibile che una componente così variegata prima o poi approdasse anche nel mondo del porno, come testimoniato dai primi esperimenti che riguardano OnlyFans.

OnlyFans e Intelligenza artificiale: le nuove possibilità per i content creator

Difficile trovare qualcuno che ancora non conosce OnlyFans; nuova piattaforma pseudo-social che unisce domanda e offerta in termini di contenuti vietati ai minori, e non solo. La differenza da altri canali simili è l’esperienza quasi diretta, l’illusione del contatto diretto con la community che genera fiumi di abbonamenti e contenuti variegati. Ebbene, la grande novità è l’applicazione dell’intelligenza artificiale ad OnlyFans come nuova avanguardia metodica e come nuovo spunto per i vari content creator.

I nuovi contenuti digitali offerti da OnlyFans

Il vertiginoso interesse verso l’intelligenza artificiale – come testimoniato dal “caso” Chat GPT – ha generato una moltitudine di possibilità prima accantonate per questioni di tempo e mezzi e che ora rappresentano una bacino di contenuti variegato e funzionale. Su OnlyFans ad esempio, crescono le pagine e i profili che sfruttano la creazione digitale di immagini quanto più realistiche possibile; un metodo originale e produttivo per rispondere alle richieste degli utenti anche nelle curiosità più complesse e sui generis. Chiaramente, non basta creare delle immagini di nudo integrale con forme in bella vista; un esempio è rappresentato dall’artista TheRRRealist che si cimenta principalmente nella creazione di veri e propri album fotografici dalle innumerevoli tipologie.

IA.2023
Credits: Tung Nguyen’s photo by Pixabay.

Intelligenza artificiale applicata al settore pornografico: quali sono i rischi?

Chiaramente, come in ogni settore che ha avuto a che fare con l’intelligenza artificiale, spuntano discussioni e contrarietà che generano anche particolare dissenso. Non tutti sembrano apprezzare una svolta simile nell’ambito pornografico, soprattutto se applicata ad OnlyFans. Quella che tra decenni chiameremo rivoluzione digitale e che forse troveremo sui libri di storia non è un concetto che unisce a priori. L’intelligenza artificiale corre il rischio di portare alla costante omologazione, alla crescente diffusione di contenuti che appaiono come di qualità ma che in realtà sono frutto di uno sforzo minimo. Il valore del talento, delle capacità, rischiano di sgretolarsi contro l’iceberg di applicazioni e piattaforme tuttofare; domanda e offerta potrebbero dunque sbilanciarsi, con la prima verso la saturazione e la seconda fin troppo eccessiva.

Deepfake e diritti d’autore: con l’intelligenza artificiale non è tutto oro ciò che luccica

Nel merito dell’intelligenza artificiale applicata ad OnlyFans, e dunque al porno, apre ulteriori scenari che destano la preoccupazione degli addetti ai lavori. Il deepfake è un rischio sempre più incombente; immagini fittizie che ritraggono personaggi noti e non in ipotetici scenari non reali. Così come il concetto di legalità applicato alla vendita di contenuti spacciati per reali ma che in realtà sono frutto di un mero processo digitale. Non ultimo il tema dei diritti d’autore; il web rischia di offrire un bacino di contenuti senza proprietà che potrebbero essere inflazionati ad oltranza.

OnlyFans e IA, quali potrebbero essere le derive positive

Parlare dell’intelligenza artificiale applicata al settore del porno – ad esempio OnlyFans – non implica unicamente scetticismo e dubbi dal punto di vista della resa e dei rischi. E’ altrettanto corretto parlare delle novità e benefici che potrebbero scaturire in caso di un utilizzo consapevole e corretto. Chi già può dirsi navigato nel settore potrebbe incrementare la propria inventiva sfruttando l’intelligenza artificiale ma partendo da una base solida dal punto di vista dell’abilità personale. Altrettanto utile potrebbe essere la creazione di nuovi format che uniscono reale e virtuale; niente di più consono per intrattenere gli utenti più curiosi ed esigenti. In parole povere, il successo o il fallimento dell’IA applicata al settore del porno dipende essenzialmente dai metodi di applicazione e da quali saranno le derive che i content creator troveranno più appetibili.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

AdBlocker Detected!!

Abbiamo notato che usi un AdBlocker. Il nostro Magazine online si basa sui guadagni pubblicitari di inserzionisti terzi. Ti preghiamo di disabilitare il tuo AdBlocker e ricaricare la pagina. Da tutta la Redazione, Grazie!!!

error: I contenuti del magazine online Moltouomo.it sono protetti da Copyright