Un uomo di classe sa che il suo abbigliamento non è solo una questione di stile, ma anche di rispetto per se stesso e per gli altri

uomo di classe abito giusto

Ovvero, l’abbigliamento maschile e quelle regole non scritte che ogni uomo di classe dovrebbe conoscere per vestirsi con stile e con la giusta dose di eleganza.

Vestirsi con cura e attenzione ai dettagli è molto più di una semplice questione di moda. L’abbigliamento è un modo per comunicare la propria personalità e il proprio atteggiamento al mondo esterno. Come un quadro su una parete, l’abito è il mezzo attraverso cui un uomo esprime se stesso e il suo modo di essere. Ecco perché è così importante indossare un abito che rispecchi la propria personalità e che faccia sentire a proprio agio.

Come si fa a scegliere l’abito giusto? Quali sono le regole da seguire per vestirsi con stile senza cadere nell’ordinario? In questo articolo, analizzeremo le regole non scritte dell’abbigliamento maschile e come applicarle nella vita di tutti i giorni.

L’abito giusto per un uomo di classe: attenzione alla vestibilità

La prima regola non scritta dell’abbigliamento maschile è quella della vestibilità. Non c’è niente di peggio di un abito troppo stretto o troppo largo, che fa sembrare l’uomo fuori forma e poco curato. L’abito deve adattarsi perfettamente al corpo, valorizzandone i punti di forza e nascondendo eventuali difetti.

Per questo motivo, è importante scegliere un abito su misura o farlo adattare da un sarto esperto. Un abito fatto su misura garantisce una vestibilità perfetta, che mette in risalto le caratteristiche fisiche di un uomo senza farlo sembrare scomodo o fuori posto.

Ma come si fa a capire se un abito è troppo stretto o troppo largo? Innanzitutto, bisogna prestare attenzione alle spalle. La giacca deve aderire alle spalle senza formare pieghe, ma senza essere troppo stretta. I pantaloni, invece, devono cadere perfettamente sulle scarpe senza formare pieghe eccessive. Inoltre, la lunghezza delle maniche deve essere giusta: non troppo corta, ma nemmeno troppo lunga. Quando si è in piedi con le braccia lungo i fianchi, le maniche della giacca devono arrivare esattamente al polso.

394dee04826d2cf8a777503cedad0ad9

Attenzione ai colori

La seconda regola non scritta dell’abbigliamento maschile riguarda i colori. Ogni uomo dovrebbe avere almeno un abito scuro nel proprio armadio, come un grigio o un blu scuro, che può essere indossato in ogni occasione formale.

Ma non bisogna limitarsi a indossare solo abiti scuri. Anche i colori chiari, come il beige o il marrone chiaro, possono essere molto eleganti se abbinati correttamente. Ad esempio, un abito beige può essere abbinato a una camicia bianca e a una cravatta a righe blu scuro per un look estivo e informale ma comunque molto chic.

In ogni caso, è importante evitare a indossare colori troppo appariscenti o sgargianti, come il rosa o il verde fluo, a meno che non si tratti di un’occasione specifica in cui è richiesto un dress code particolare. L’obiettivo è quello di evitare di essere troppo vistosi e attirare l’attenzione in modo negativo.

Ma l’attenzione ai colori non riguarda solo l’abito, ma anche gli accessori, come le scarpe, la cintura e la cravatta. Ad esempio, se si indossa un abito scuro, è importante abbinare scarpe e cintura nere o marroni scure, mentre per un abito chiaro si può optare per scarpe e cintura beige o marroni chiari.

Anche la cravatta è importante: deve essere abbinata sia al colore dell’abito che alla camicia. Ad esempio, una cravatta a righe blu scuro può essere abbinata a una camicia bianca e un abito grigio, mentre una cravatta verde può essere abbinata a una camicia azzurra e un abito marrone chiaro.

Un uomo di classe sa che deve scegliere il giusto tessuto

La terza regola non scritta dell’abbigliamento maschile riguarda la scelta del tessuto. Un abito fatto di un tessuto di qualità inferiore può sembrare economico e poco curato, anche se la vestibilità e i colori sono perfetti. Per questo motivo, è importante scegliere un abito fatto di tessuti di qualità, come la lana o il cashmere. Questi tessuti sono resistenti e durevoli, ma anche morbidi al tatto e molto eleganti.

Inoltre, è importante prestare attenzione al tessuto della camicia e della cravatta. Una camicia di cotone di buona qualità è sempre una scelta sicura, mentre per la cravatta si possono scegliere tessuti come la seta o il lino, che danno un tocco di eleganza in più.

Mai dimenticare gli accessori al proprio abito

La quarta regola non scritta dell’abbigliamento maschile riguarda gli accessori. Gli accessori possono fare la differenza tra un abito ordinario e un abito elegante e di classe. Ad esempio, una pochette può dare un tocco di originalità e personalità all’abito, mentre una spilla da revers può aggiungere un tocco di eleganza. Inoltre, una cintura di pelle di qualità può completare l’outfit in modo perfetto.

Ma attenzione: gli accessori devono essere abbinati con cura e senza esagerare. Troppi accessori possono far sembrare l’uomo troppo vistoso e poco elegante.

uomo di classe ed accessori

L’uomo di classe ed il giusto abbigliamento per ogni occasione

La quinta regola non scritta dell’abbigliamento maschile riguarda la scelta del giusto abbigliamento per ogni occasione. Non c’è niente di peggio di un uomo vestito troppo casual in un’occasione formale, o viceversa.

Per questo motivo, è importante conoscere il dress code delle occasioni a cui si partecipa e scegliere l’abito giusto. Ad esempio, per un matrimonio formale si deve optare per un abito scuro, camicia bianca e cravatta, mentre per un evento informale si può scegliere un abbigliamento più casual, come un pantalone beige e una camicia di lino.

Ovviamente anche la stagione e l’ora dell’evento possono influire sulla scelta dell’abbigliamento. Ad esempio, in estate è meglio optare per tessuti leggeri e colori chiari, mentre in inverno si può optare per tessuti più pesanti e colori scuri.

Infine, è importante anche considerare il proprio stile personale e la propria personalità. L’abbigliamento deve essere un’estensione di sé stessi e deve far sentire a proprio agio. Non si deve cercare di imitare gli altri o seguire le mode del momento, ma si deve cercare di creare il proprio stile unico e originale.

In conclusione, queste sono le cinque regole non scritte dell’abbigliamento maschile che ogni uomo dovrebbe conoscere per vestirsi con eleganza e stile. Prestare attenzione alla vestibilità, ai colori, al tessuto, agli accessori e al dress code è fondamentale per creare un outfit perfetto per ogni occasione.

Ricorda sempre che un uomo di classe deve essere se stesso ed esprime la sua personalità attraverso il suo abbigliamento.

error: I contenuti del magazine online Moltouomo.it sono protetti da Copyright