Da non perdere: 5 anelli da uomo unici nel loro genere, per un look indimenticabile!

Gli anelli da uomo parlano della personalità e dello stile di chi li indossa. Scopri quali sono i più particolari da acquistare o da farsi regalare.

Anelli da uomo. Photocredit Cartier.com

Anelli da uomo. Photocredit Cartier.com

Sei un uomo attento alla tua immagine e, anche quando sei “in tono” con il mood con cui ti relazioni, ti piace comunque sottolineare chi sei, al di là delle apparenze: è il momento di parlare degli anelli da uomo, particolari e preziosi come te!

Lo sapevi , vero, che le mani di un uomo sono tra le prime caratteristiche ad essere notate? Certo che sì! Quindi  non liquidare gli anelli come se fossero dei comuni accessori, a parte che, se stai leggendo questo articolo, di te non c’è nulla di comune. Beh, tantomeno, lo sono gli anelli.

Dimmi che anello indossi e ti dirò chi sei

Come sempre, parliamo di personalità. Che uomo sei? Qual è il tuo stile? Sei un uomo rock,  jeans e pelle nera, magari con un’Harley Davidson in garage e una passione per tungsteno e cobalto? Oppure sei un minimalista tutto acciaio e carbonio? O, ancora, sei un tradizionalista da oro e platino? C’è poi da chiarire se sei abituato ad indossare anelli o se sia la tua prima volta: come sempre, in questi casi, sarebbe meglio andarci leggeri, easy, magari un pezzo semplice e poco appariscente, coordinato nei colori e nei materiali all’orologio che indossi prevalentemente. Poi, quando ci avrai preso gusto, scoprirai il motivo per cui ti hanno fatto 10 dita!

Ok, chiarito che tipo di maschio tu sia, ora facciamo  chiarezza sul dito che dovrà ospitare il tuo anello.

Anelli da uomo, originali e preziosi. Palu Dome, John Hardy. Photocredit johnhardy.com
Anelli da uomo, originali e preziosi. Palu Dome, John Hardy. Photocredit johnhardy.com

Un dito per ogni anello o un anello per ogni dito?

Puoi riempire tutte le tue dita di anelli, anche tre per dita, se ti fa piacere. Questo dirà di te due cose: che ti piacciono molto gli anelli e che, nel corso della tua giornata, non passi molto tempo a digitare sulla tastiera di un computer o che saltellare tra macchinari in movimento! Per il resto, dipende da te.

Ma qualche dritta è possibile, comunque, dartela: se scegli di portare l’anello al pollice, non esagerare con la consistenza dell’anello o con l’ingombro. Se lo porterai all’indice sarà certamente quello che maggiormente sarà notato perché, gesticolando, è una delle dita che muoviamo di più. Il dito medio è un jolly. Non ha controindicazioni ed è il dito più lungo, quindi può ospitare anche anelli più vistosi e pesanti. L’anulare fa storia a sé,  visto che spesso va ad indicare un impegno sentimentale e quindi, ovviamente, deve rispettare determinate scelte. Resta il mignolo che, nella tradizione, è il dito che indossava l’anello con il sigillo, la firma. Di solito, al mignolo si indossa un gioiello che rappresenta l’appartenenza (club, famiglia o, semplicemente, la squadra del cuore).

Equilibrio, signori. Equilibrio

Decidi su quale mano vuoi indossare l’anello, considerando dove porti l’orologio e, se pensi di indossarne più di uno, di anelli, pensa che bilanciarli su entrambe le mani potrebbe non essere una cattiva idea. Ovviamente non ci sono vincoli, a parte l’anulare della mano sinistra che, per la nostra tradizione, è un bel semaforo rosso con sopra scritto “ALT! Non Passare”.

Insomma, anche per quanto riguarda gli anelli siamo davanti ad un biglietto da visita, che parla di noi in modo più discreto, forse, di altri accessori,  ma assolutamente visibile e chiaro, senza ridondanza, anche se si tratta di anelli particolari e preziosi.  

Pillole di buongusto prima di cominciare la caccia all’anello perfetto

Minimalista e preziosissimo, l'anello B.zero1 di Bulgari. Photocredit Bulgari.com
Minimalista e preziosissimo, l’anello B.zero1 di Bulgari. Photocredit Bulgari.com

Chiarito che, se hai la giusta personalità, puoi indossare qualunque cosa, prenditi qualche minuto per alcune considerazioni.

Se stai indossando un anello per la prima volta, dovrai prima di tutto farci l’abitudine. Questo corpo estraneo al dito ti darà fastidio, quindi, per cominciare, prova con una fascia leggera, intorno agli 8 mm. E, a fine giornata, fai un bilancio: come ti sei sentito?

Se, invece, hai già superato il battesimo del fuoco,  puoi passare dall’innocua fascia ad un anello con sigillo, indossato magari sulla mano opposta a quella della fede nuziale.  Sei arrivato a ben tre anelli dai  quali non puoi separarti? Perfetto, indossane due su una mano, scegliendo dita che non si tocchino tra loro, e il terzo sull’ altra, così da bilanciare.  Insomma, equilibrio. Anche con i look più folli o di rottura.

Se ti senti comodo, sei decisamente più attraente

Comfort e sicurezza sono amici intimi: se devi fare sollevamento pesi con le dita, difficilmente ti sentirai a tuo agio. E poi considera che non dovrà stringere troppo: le tue dita non hanno sempre la medesima circonferenza, quindi cerca una misura che possa compensare i gonfiori, soprattutto al mattino, ma senza rischiare che ti scivoli via dal dito. Con quale mano lavori? Quanto tempo passi a scrivere durante la tua giornata? Il tuo lavoro – o quello che ti appresti a fare – ti chiede di adottare un preciso look? Rispondere a queste domande ti aiuterà nel capire il tuo orientamento. Perché, a monte, dovrai decidere se quello che vuoi è un accessorio da indossare sempre – o quasi – o se sei un tipo da “anello della domenica”

Abbina i colori alla tonalità della tua pelle

Un consiglio che ti giriamo direttamente dalle gioiellerie è di abbinare il tuo anello (ma vale per qualunque gioiello) con le tonalità della tua pelle. Come si fa? Guardati le vene del polso: se ti rimandano al colore blu, hai una tonalità fredda e, quindi, ti staranno meglio gli anelli in argento, in acciaio, in platino e in titanio e, per quanto riguarda le pietre, puoi navigare tranquillo con colori come rosso, blu, viola e verde. Se, invece, le vene del tuo polso ti rimandano una sfumatura tendente al verde , allora hai una tonalità di pelle più calda e quindi potresti optare per l’oro giallo, acciaio dorato, oro rosa e, tra le pietre, pensare a colori come arancione, marrone, giallo o turchese .  

Il trucco c’è e si vede: è l’armonia

Se puoi, cerca comunque di fare in modo che i tuoi anelli vadano d’accordo con gli altri gioielli o gli accessori, per assicurarti di mantenere un’immagine armoniosa. Ma questo non è affatto un diktat: ci sono look strepitosi  in totale rottura con tutte le regole del bon look (si dice? Boh, comunque penso che tu abbia capito cosa si voglia intendere). In ogni caso, se vuoi andare sul sicuro, puoi pensare ad un anello con due sfumature diverse di colore (per esempio color oro e argento), così da poter scegliere qualunque altra tinta per anelli, bracciali o orologi senza dare la sensazione che ti sia vestito al buio.  

5 anelli da uomo, davvero particolari e preziosi!

Anelli da uomo: Anello con sigillo in argento e diamanti neri. Photocredit davidyurman.com

La nuova collezione di David Yurman è quanto di meglio può ispirare: design intricati, intarsi di pietre naturali e preziose, argento, oro, carbonio e titanio.  Noi abbiamo scelto questo anello con sigillo, in argento 925 e diamanti neri, assolutamente fuori del comune: se cerchi degli anelli particolari e preziosi, ecco qui un esempio lampante.

Ora facciamo insieme un salto dall’altro capo del mondo, a Bali. Da lì il brand John Hardy, in realtà una comunity di artigiani locali riunita sotto le insegne del John Hardy Workshop & Kapal Bamboo Boutique, realizza opere sorprendenti con un appassionato e spiccatissimo accento verso design tribali e motivi naturali, lavorati in argento e oro. E, per di più, interamente sostenibili. L’anello che ci ha conquistato, unico nel suo stile, è l’anello Palu Dome, una fascia in oro 18k e argento 925, con zaffiri neri trattati.

Anelli da uomo particolari, Palu Dome, fasce in oro e argento e zaffiri neri. Photocredit johnhardy.com
Anelli da uomo particolari,: Tiffany, collezione T True. Photocredit tiffanyit

Dalla collezione di Tiffany & Co. Puntiamo su questo anello a fascia della collezione T True, naturalmente anche per lei, come da tradizione Tiffany. E’ in oro giallo, con linee pulite e angoli stilizzati e la ripetizione, nell’elaboratissimo design, della lettera T. Anche in argento. Non eri tu quello che cercava un anello particolare e prezioso?

Da Cartier abbiamo scelto questo anello formidabile. Il dito si infila tra le fauci della pantera in oro bianco, non rodiato, che ti guarda con gli occhi di granato tsavorite. Il “tartufo” liscio e lucido, in onice, invita alla carezza. Chissà se una pantera può fare le fusa? Che ne pensi, abbiamo esagerato?

Anelli da uomo preziosi: Cartier, Pantera in oro bianco e granato tsavorite. Photocredit Cartier.com
Anelli da uomo preziosi. Bulgari, B.zero1. Photocredit Bulgari.com

Minimalista sì, ma non invisibile. E’ B.zero1 di Bulgari questo gioiello in oro bianco che si ispira al Colosseo. Purezza delle linee e preziosissimo, con le sue quattro fasce, restituisce di te l’immagine di un uomo che non ha bisogno di apparire. Una vera icona di stile.

E ricorda che gli anelli da uomo sono come le opinioni: per quante ce ne siano, alla fine conta solo la tua… .

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

AdBlocker Detected!!

Abbiamo notato che usi un AdBlocker. Il nostro Magazine online si basa sui guadagni pubblicitari di inserzionisti terzi. Ti preghiamo di disabilitare il tuo AdBlocker e ricaricare la pagina. Da tutta la Redazione, Grazie!!!

error: I contenuti del magazine online Moltouomo.it sono protetti da Copyright