fbpx

Swatch Art Journey, la nuova collezione è pura espressione di genio

swatch art journey

Credits: swatch.com

La nuova collezione di orologi Swatch Art Journey è pregna di arte e creatività grazie a capsule collection ispirate alle opere più famose al mondo.

Orologi Swatch Art Journey: i modelli

Swatch Art Journey è un progetto nato dalla collaborazione con i musei più importanti al mondo; collezioni originali e inedite, cui ogni modello di orologio è ispirato ad un opera d’arte. Da Botticelli a Magritte, passando per Hokusai e Lichtenstein: un vero e proprio viaggio attraverso l’arte e i suoi geniali protagonisti.

Quattro, i musei coinvolti nella co-lab: le Gallerie degli Uffizi, il Louvre Abu Dhabi, la Fondazione Magritte e il MoMa di New York. Ma adesso è il momento di scoprire insieme le creazioni.

Dalle Gallerie degli Uffizi “prendono vita” i due orologi Swatch Art Journey che rievocano Botticelli, grande maestro di bellezza: La nascita di Venere e Allegoria della primavera.

La nascita di Venere di Sandro Botticelli. Colori pastello, delicati e soft, per una sinuosa rappresentazione mitologica degna di essere osservata e ammirata ogni ora della giornata. Nel quadrante dell’orologio sono raffigurati Zeffiro e Aura, mentre la dea dell’amore Venere “riveste” il cinturino.

Allegoria della primavera di Sandro Botticelli. L’opera è stampata all-over sull’intero orologio, dal cinturino fino al quadrante, un romantico continuum contrastato da tinte rosa pastello della cassa e della zona interna del cinturino.

Swatch Art Journey
Credits: swatch.com

Due mondi in uno, dal Louvre Abu Dhabi nasce uno Swatch Art Journey che fonde due capolavori: quello di Hokusai e quello dell’astrolabio di Muhammad ibn Ahmad Al-Battûtî.

La Grande onda al largo di Kanagawa dell’artista Hokusai ricopre l’intera la parte frontale dell’orologio, ma…sorpresa! Sul dorso è presente un’altra opera, ovvero la proiezione notturna e piatta dell’astrolabio di Muhammad ibn Ahmad Al-Battûtî.

Due orologi realizzati in occasione del 125esimo anniversario della sua nascita. I modelli Swatch Art Journey Renè Magritte sono la celebrazione di due opere icona dell’artista.

La Trahison des Images di Renè Magritte, opera surreale di Magritte, è riprodotta nei dettagli sul quadrante dell’orologio. Un modello dai toni caldi e avvolgenti con lancette color argento, che brillano di personalità. Sul cinturino sono stampati giochi di parole provocatori: “Ceci n’est pas une pipe. Ceci est une Swatch.

Le Fils de l’Homme di Renè Magritte è riprodotta in tutta la sua interezza lungo l’orologio. Un uomo con bombetta, con volto coperto da una mela verde. Sul retro del cinturino la dicitura: “Ceci est une Swatch avec une pomme.

swatch art journey magritte
Credits: swatch.com

Direttamente dal MoMa di New York, la pop art da indossare al polso, con le due opere Swatch Art Journey di Roy Lichtenstein: Girl e The melody haunts my reverie.

La Girl di Roy Lichtenstein è impressa nel quadrante con il suo irresistibile sorriso, spiccando in tutta la sua femminilità su un orologio dalle tinte blu elettrico. Sul retro è raffigurata una bomboletta spray, dettaglio dell’opera originale.

Il volto di donna è presente nel quadrante, su di un brillante sfondo giallo canarino, il testo The melody haunts my reverie (la melodia tormenta il mio sogno) è stampato sul passante che ha la forma di una nuvola fumetto.

swatch art journey MoMa
Credits: swatch.com

Swatch non è nuova a progetti legati al mondo dell’arte. Vanta numerose collaborazioni con pittori, designer, architetti e creativi di ogni genere con l’obiettivo di “mettere al polso” capolavori e passione.

La primissima collab è stata con il pittore fumettista Kiki Picasso nel lontano 1985: un’edizione limitata da 140 pezzi. Grande successo, che ha dato il via a molti importanti incontri artistici futuri. Keith Haring, Alfred Hofkunst, Mimmo Paladino, Annie Leibovitz, Yoko Ono, Arnaldo Pomodoro, Renzo Piano. Solo alcuni dei nomi che tra gli anni ’80 e ’90 sono diventati protagonisti degli orologi Swatch. Fino ai progetti più recenti, alle mostre speciali e co-lab con musei di rilievo come il Louvre, il Rijksmuseum e il MAXXI.

Seguici e condividi l'articolo:
icon Follow en US
Pin Share


error: I contenuti del magazine online Moltouomo.it sono protetti da Copyright